I poser di Londra

poser-londra

Tutto ebbe inizio nel 1978, quando Steve e Rusty Egan inaugurarono le “Bowie Nights”, i martedì sera al Blitz. Siamo a Soho, Londra.anni '80Si facevano chiamare New Romantic, perché pur facendo l’ occhiolino al Punk style, rinnegavano vivacemente lo stile di vita anarchico e violento dei loro predecessori. La stampa, in un primo momento, spaesata dal glamour e i colori sfoggiati dal gruppo, li definì “Bliz Kids” (dal nome  di uno dei loro ritrovi preferiti). È successiva l’etichetta “New Romantic”.

poser londraNon erano nient’altro che poser londinesi. Come tra l’altro erano soliti autodefinirsi: posatori. Indossavano abiti stravaganti, curavano ogni minimo dettaglio del look. Il frullato di influenze è da subito riconoscibile anche agli occhi più indiscreti: spaziavano con nonchalance dall’eleganza chic anni ‘30, all’opulenza dello Ziggy Stardust del Duca Bianco. Il cerone bianco con due strisce di phard in viso era un indiscusso caposaldo. La passione per i tessuti preziosi come il velluto, la seta e il broccato scatenò una nuova ondata di eccentricità. O meglio: sfarzosità.

poser londra 2La musica non rimase di certo a guardare, con le mani in mano, questa tribù di pirati androgini con indosso fuseaux, pantaloni voluminosi stretti alla caviglia, camicette con volant. Nuove band eletropop e synthpop come Adam and the Ants, Duran Duran e Spandau Ballet animano le serate. Uomini e donne iniziano a portare le stesse pettinature, e il medesimo make up.

Le nuovissime riviste, The face e i-Da (a loro dedicate) mostrano stilisti che si cimentano con collezioni ispirate ai New Romantic. Da Stevie Stewart e David Holah, senza tralasciare Vivienne Westwood che può finalmente appagare la sua inclinazione per la teatralità giocando con outwear dandy. Ricordo la sua collezione Pirates, dell’81, che proponeva in passerella pirati vestiti con camicie a balze e giacche da ussaro decorate con galloni dorati.

Ora mi rivolgo a voi, lettori/ici di deejaynellarmadio: chi non desidera almeno un giorno alla settimana (o mese) di indossare volant e giacche dandy cool? Io lo faccio di continuo.

Brano del giorno: Gold –Spandau Ballet
  Daniela Duino

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment