Pivot, l’app per viaggiare nel tempo

pivot1

Per chi ama viaggiare, ma anche per gli appassionati di storia Pivot consente di vedere i luoghi come erano in passato. L’applicazione si propone di creare un portale del tempo sullo smartphone, attraverso fotografie storiche dei luoghi. Gli utenti ricevono una notifica quando sono in prossimità di un punto “pivot”, e sullo schermo del telefono comparirà l’immagine di quel luogo come si presentava decenni prima. Pivot è un progetto di Asma Jaber e Sami Jitan, una coppia d’americani d’origine palestinese con un curriculum di ottimi studi alle spalle. Jaber e Jitan hanno iniziato a sviluppare Pivot la scorsa primavera. Con l’aiuto di due studenti di informatica di Harvard e del MIT, hanno creato un prototipo che ha vinto il concorso Harvard Innovation Lab. I due stanno cercando di realizzare un’app che sfrutta la realtà aumentata per creare una vera e propria macchina del tempo da installare su smartphone e tablet. Pivot parte utilizzando solo immagini in public domain e si promette di aggiungerne altre grazie all’aiuto dei suoi utenti, editando e geolocalizzando tutte le immagini da loro inviate.

Per ora l’app ha ricevuto numerosi premi e ha già superato l’obiettivo di 30.000 dollari su Kickstarter, il lancio è previsto in autunno su Android e iOS. Pivot inizialmente avrà immagini di Boston e della Palestina, con l’intenzione di espandersi in altri luoghi molto in fretta.

Francesca Tomagnini

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment