Graffitrees, quando la street art incontra la natura

Nuxono Xän

Sono ormai parecchi decenni che la natura, suo malgrado, ha dovuto lasciar spazio a palazzi ed edifici urbani, rendendo le nostre città un totale grigiume colorato soltanto dei cartelloni pubblicitari.

Poi è arrivata la street art, e ha cercato sempre più nell’ambiente circostante un valido alleato per sprigionare l’immensa creatività dei poeti del graffito.

Natalia Rak, Ernest Zacharevic e Vinie Graffiti hanno ben chiara in mente questa idea, ed hanno sfruttato alberi e piante decorative come spunto per le loro opere. Sparse quà e là per il mondo, rappresentano esempi perfetti di connubio tra creatività e tutela ambientale.

E il risultato è tutto da ammirare!

Alessandro Vitiello

Afro Taino Legend of Giants Peek a boo Nuxono Xän Réa en friche

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment