FOODMOOD – Scrivi cosa mangi e ti dirò chi sei.

breakfast-011

[dropcap1]U[/dropcap1]na delle mode di questi anni in tema di diete è il “Mood Food”, filosofia del cibo ideata per portare a tavola quei piatti che aiutano a ritrovare buonumore, felicità e benessere. Anche nel web le ultime tendenze nella condivisione del “cosa mangio” soprattutto via twitter e instagram  mi hanno fatto scoprire uno studio molto interessante che può aiutarci a comprendere meglio ed approfondire il fenomeno.

Si chiama FoodMood [foodmood.in], progetto web che mira a comunicare una migliore comprensione dei modelli globali di consumo alimentare e il loro impatto su quello emotivo e sul benessere quotidiano delle persone. Come funziona?

Una tabella mostra, in tempo reale, i cibi più menzionati su twitter e il realtivo grado di gratificazione degli utenti. Ciascun alimento è rappresentato graficamente da un rettangolo, la cui dimensione corrisponde al numero di volte che il cibo è stato menzionato. Una scala di colori ne individua il mood,  positivo e negativo associato ad ogni post (pasto) “consumato”. Infine, la possibilità di confrontare i risultati registrati nei diversi paesi, le statistiche per popolarità dei cibi, felicità, infelicità, reddito pro capite e percentuali di obesità.

 
Comodo Nyc

La moda della condivisione (virtuale) del piatto non ha lanciato indifferente il ristorante “Comodo” di New York nel quartiere di SoHo a Manhattan. Felipe Donnelly, proprietario del ristorante, osservando molti dei suoi clienti Instagrammare le sue portate, ha deciso di sfruttare il trend,  posizionando, in fondo all’elenco delle portate,  l’hashtag #ComodoMenu incoraggiando i clienti a condividere le foto dei piatti attraverso Instagram. L’esperimento ha riscosso un enorme successo. Ecco la promo all’Instagram Menu di Comodo Nyc:

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment