Come criticare un brand per l’over-photoshopping

h-m-adbusting_0009_10_1024

Nel 2012 l’art director Daniel Soares firmò una campagna diffamatoria contro l’utilizzo eccessivo di Photoshop  delle fashion label, in particolare H&M. Con un’idea molto semplice: applicare la classica paletta del più famoso software di fotoritocco alle immagini di uno shooting del brand, che ha avuto qualche gatta da pelare anche con la campagna dedicata a Beyoncè.

A distanza di due anni, si fa ancora un gran parlare di questi scatti sui social: l’account Destractify è stato retwittato un migliaio di volte, e ha generato un enorme passaparola su reddit, con quasi 2000 commenti.

h-m-adbusting_0001_2_1024

h&mMa non erano meglio le foto “come mammà le ha fatte”?

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment