Art of glass

pr

Il nuovo marchio Philippe Rouge debutterà nel mondo dell’eyewear presentando la sua prima collezione di occhiali, in occasione del prossimo Mido, che andrà in scena a Milano dal 28 febbraio al 2 marzo. Il lancio vede protagonisti 6 modelli di ispirazione classica, reinterpretati con soluzioni tecniche, attraverso l’ incontro tra acetato e metallo. Disponibili sia da sole che con montatura da vista, sono tutti fatti a mano e proposti ad un prezzo competitivo.

Babette, un modello dalle lenti perfettamente tonde pensato per visi più piccoli e femminili, dallo spirito leggero e fresco. Molto teen! Zoé, Jupiter e Cyrus, sono i modelli con montatura Pantos reinterpretati con gusto volutamente unisex. Didier, lenti tonde, doppio ponte con barra superiore ribassata in modo da fare risaltare il secondo colore del tegolino di acetato. Hervé, modello a mascherina, cerchio in metallo e barra superiore in acetato, con colorazioni che riportano a quelle degli sport come il tennis o lo sci degli anni ’70. Sarà il modello innovativo e che punta ad anticipare una tendenza che vuole il ritorno della mascherina nel mondo eyewear.

Gli occhiali sono progettati e realizzati in due impianti produttivi italiani, mentre per i materiali plastici così come per le lenti Philippe Rouge si avvale di fornitori leader nel settore dell’occhialeria (Mazzucchelli e Carl Zeiss Vision Sunlens). Protagonista insieme all’occhiale è l’attività manifatturiera degli accessori che gli ruotano intorno e che completano la collezione. Ogni montatura infatti è accompagnata dal cordino porta occhiali anch’esso realizzato artigianalmente in Italia. A completare il tutto al posto delle convenzionali custodie, un astuccio fatto realizzare da un mastro artigiano interamente fatto a mano con materiali di pregio.

Francesca Tomagnini

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment