5 holiday-ads assolutamente da non perdere

Show-your-Joe-849x340

Si, certo, siamo ancora tutti al lavoro ma già presi da regali, smanie da vacanza e paranoia da “ultimo minuto”. Tra un po’ ricomincerà l’interminabile serie di film a tema, e la tv ci riproporrà per la milionesima volta “Miracolo nella 34esima strada” e “Papà ho perso l’aereo”.
Noi, invece, ci siamo tuffati in un altro mondo natalizio; quello degli spot. Sempre meno televisivi, sempre più viral e web-oriented.
Abbiamo scelto i cinque più fighi. Quale preferite?

• Jingle Hoops – Nba
Lo sport più seguito negli USA non poteva non realizzare un viral da 9 milioni di visualizzazioni. La ricetta per il successo, come sempre, è semplice. Prendi cinque campioni (Derrick Rose, Kevin Durant, Steph Curry, James Harden e Steve Nash), qualche attrezzo del mestiere e canestri con scintillanti campanellini. Et voilà!

• The Bear & The Hare – John Lewis
Se esiste un essere vivente che non ha mai visto cosa è realmente il Natale, quello è l’orso. Sempre in letargo, chiuso nel suo piccolo mondo sino alla primavera. Poi, un giorno, incontrò una lepre. E da quel momento, anche per lui, nulla sarebbe stato più lo stesso.

• Christmas Miracle: real-time giving – WestJet
Quando si parla di regali, l’effetto sorpresa è da sempre un fattore fondamentale. Un mix di creatività, tempismo e consapevolezza dei desideri altrui. In fondo, cosa c’è di più bello del ricevere l’oggetto che tanto si desiderava? Soprattutto se arriva sul nastro trasportatore di un aeroporto.

• Show Your Joe – Kmart
Qualcuno alla Kmart avrà (forse non a torto!) pensato: “Poiché le spese natalizie ci lasciano praticamente in mutande, perché non realizzare uno spot natalizio con dei tizi in boxer e campanelli che intonano Jingle Bells muovendo il bacino?”. E questo è il risultato.

• The Beginning – Samsung
A dir la verità il primo video della nuova campagna del brand coreano non ha nulla a che fare con Babbi Natale, lucine e canti vari. Ma vuoi mettere vedere Messi capitano del mondo, Cristiano Ronaldo che gioca a pallavolo con uno stuolo di pallavoliste, Casillas che per allenarsi para anche i moscerini e Rooney versione pugile allearsi per salvare il pianeta dall’invasore spaziale? Ora che ci penso, un collegamento esiste. Oltre Natale c’è anche capodanno. L’inizio di un nuovo anno. The beginning.

Alessandro Vitiello

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone

Be first to comment